E' indetta la quarta edizione del premio letterario sportivo Città di Padova "Memo Geremia", ideato da Confcommercio Ascom Padova con la collaborazione di ALI Librai Ascom Padova, il contributo del Comune di Padova e il patrocinio del Consiglio Regionale del Veneto, della Provincia di Padova, del Coni Provinciale e Regionale e della Camera di Commercio di Padova e Unioncamere Veneto, assieme alla società sportiva Petrarca Rugby, la cui serata di premiazione è prevista giovedì 24 novembre Nell'Aula Magna dell'Università di Padova.

Il premio è stato pensato con lo scopo di diffondere e dare significato ai valori ideali e culturali legati allo sport, promuovere la lettura ed infondere i principi di passione e sportività improntati all’esempio nobile di Memo Geremia, grande esponente del mondo dello sport padovano, oltre che grande figura di uomo.

Nel corso del primo anno l’edizione, che ha goduto tra l’altro anche del riconoscimento della Medaglia del Presidente della Repubblica, ha visto la partecipazione di molte case editrici italiane e ha proclamato vincitrice Federica Lisi Bovolenta con "Noi non ci lasceremo mai. La mia vita con Bovo", edito da Mondadori, mentre "Suite 200" scritta da Giorgio Terruzzi e pubblicata 66THAND2ND si è aggiudicata il Premio Speciale Coni e "Fuori Area" (Einaudi Ragazzi) scritto da Luca Cognolato ha vinto il Premio speciale ALI dedicato dai Librai Ali Ascom alle opere di letteratura per i ragazzi.

L’anno scorso ha vinto il premio Geremia Bebe Vio, con il libro “Mi hanno regalato un sogno”, Rizzoli editore, mentre ad Angelo Carotenuto il premio dei librai Ali Ascom, grazie all’opera “La grammatica del bianco”, sempre di Rizzoli, mentre il premio speciale Coni è andato a Nico Valsesia, che assieme al giornalista Andrea Schiavon ha scritto “La fatica non esiste”, Mondadori.

Un premio speciale alla carriera sportiva è stato invece consegnato al rugbista Mauro Bergamasco, mentre un premio speciale Ascom è stato dedicato ad Elena Barbini e Giorgio Sbrocco, autori di “Vincenti” – Piazza Editore, per valorizzare chi si occupa di divulgazione sportiva all’ insegna dello sport e della solidarietà.

Come indicato nel Regolamento, possono concorrere al premio tutti i libri italiani di argomento sportivo (romanzo, raccolta di racconti o saggio), non tradotti da altra lingua e pubblicati in prima edizione in Italia e regolarmente in commercio. 

Tre i premi messi a concorso, il vincitore assoluto, il premio speciale Coni e il Premio Speciale Librai.

Gli organi di controllo del Premio sono il Comitato Organizzatore e la Giuria Tecnica, composta tra gli altri da autorevoli rappresentanti del mondo dello sport e del giornalismo nazionale, ha il compito di valutare le opere pervenute e di assegnare a quella ritenuta più meritevole il Premio Memo Geremia, nel corso della serata celebrativa dedicata all'evento.

Come già avvenuto nelle precedenti edizioni, i cui autori risultati vincitori hanno potuto presentare i loro libri nel corso di decine di presentazioni ufficiali, l’organizzazione garantisce la massima visibilità ai libri premiati – ai quali sono abbinate specifiche fascette con l’indicazione del premio - con eventi dedicati nelle librerie e nelle scuole, impegnandosi a promuoverne la vendita presso le librerie aderenti e godendo della pubblicizzazione che la stampa dedica all’evento.